FAQ

Domande Frequenti

Abbiamo inserito questa guida per rispondere alle domande più frequenti fatte dagli utenti e amici che ci seguono, in merito al servizio streaming, sia live che ondemand. Se avete domande da porre o curiosità a cui possiamo rispondere, potete scriverci direttamente a:
streaming@gesuvive.it


probabilmente hai in cache la vecchia pagina del sito. Ti invitiamo a svuotare cache e cookie del tuo browser e riprovare il collegamento.

si, purtroppo però la chiavetta come del resto i dispositivi come Iphone, Ipad o android con connessione propria, utilizzano il 3G o 4G pertanto la capacità di connessione si riduce, c'è quindi la possibilità che il servizio rallenti.

perchè al momento utilizzamo ancora un player in flash che non è supportato di default dai dispositivi mobile, presto effettueremo il passaggio verso HTML5, ma nel frattempo è necessario scaricare un app che consente la visualizzazione di tali dispositivi. L'applicazione da scaricare dal proprio app store è skyfire, l'applicazione è a pagamento.

perchè in caso di preghiere personali, la trasmissione in diretta viene temporaneamente sospesa.

Si, potete scriverci in qualsiasi momento: segreteria@gesuvive.it oppure chiamare da lunedi a venerdi dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 17:00 il numero: 02.3567535 per saperne di più visita contatti

tutti i culti domenicali sono reperibili sulla pagina ONDEMAND del nostro sito. I video vengono caricati su Youtube e sono liberamente fruibili, ciò nonostante non è possibile modificare i contenuti dei video per la pubblicazione altrove senza nostra esplicita autorizzazione.

solitamente cerchiamo di effettuare la publicazione entro 15gg.

Saperne di più è bello…

Stream deriva dall’ inglese e vuol dire fiumiciattolo o torrente. Lo streaming avviene quando da internet ricevi un “flusso” di dati, sia esso, video, audio o file. Si può parlare di stream quando ciò avviene in tempo reale, tra i più celebri esempi di streaming video possiamo citare i ben noti “youtube.com” e “Vimeo.com” ma ce ne sarebbero molti altri.

ONDEMAND I contenuti audio/video sono inizialmente compressi e memorizzati su un server come file. Un utente può richiedere al server di inviargli i contenuti audio/video. Non è necessario scaricarli per intero sul PC per poterli riprodurre: i dati ricevuti vengono decompressi dal codec e riprodotti pochi secondi dopo l'inizio della ricezione. Questo ritardo serve a creare un polmone ("buffer" in gergo) per rimediare a latenze o microinterruzioni della rete. Di questo tipo sono i flussi streaming di Real Video e Real Audio, Windows Media Player, QuickTime, Adobe Flash Video (quest'ultimo tipo di formato file utilizzato nel sito di YouTube).

LIVE Simile alla tradizionale trasmissione radio o video in broadcast. Anche in questo caso i dati sono trasmessi utilizzando opportune compressioni per alleggerire più possibile il carico sulla rete. La compressione dei contenuti introduce nel flusso un ritardo di circa dieci secondi. Nel campo dello streaming live, di solito, questo ritardo non costituisce un problema. Questo tipo di servizio viene offerto anche da parte di diverse reti televisive, come la RAI[2]. informazioni prese da:wikipedia

3G Quando utilizziamo il termine 3G, acronimo di 3rd Generation, indichiamo le tecnologie e gli standard di terza generazione nella telefonia mobile. Potenzialmente la connessione 3G può trasmettere i dati alla velocità massima di 14,4 megabit in download e 5.8 megabit al secondo in upload.

ADSL L’ADSL per ragioni commerciali e tecniche è molto più asimmetrica e varia da 640 kbit/secondo a diverse decine di Mbit/s in download e da 128kbit/s a 1 Mbit/s in upload. L’ADSL viene utilizzata per trasmettere con velocità di circa 8 megabit al secondo anche per clienti che distano di oltre 2 chilometri dalla centrale, anche attraverso un semplice doppino di rame intrecciato e non schermato.

Affidabilità Il servizio ADSL utilizza le stesse linee della voce, l’utilizzo e chiamate vocali hanno la precedenza sul servizio dati. Anche se molto raro, questo significa che in momenti di eccessivo uso del telefono, si potrebbero ottenere disconnessioni dal servizio DSL fino a quando il traffico voce non si placa.
Il 3G è molto più delicato del servizio sul doppino di rame, e per instabilità della connessione intendiamo che la velocità della connessione è una variabile aleatoria. A seconda dell’orario e della zona in cui ci si trova, la velocità può cambiare e di tanto. Questa “instabilità” è data da molti motivi che vanno da quanti accessi ha la cella in cui si è collegati, la distanza da essa, in minima parte anche la portanza del segnale radio dato dalle condizioni meteo in atto.
La rete 3G è meno performante per il “gaming” e per lo streaming in rete a causa della latenza nel ping che influisce sulle reazioni nel gioco.